Analisi chimiche alimenti: bromatologia e residui

Garantire la qualità dei prodotti

Garantire la qualità dei prodotti

I laboratori pH eseguono analisi accurate in campo alimentare, agronomico. Le matrici analizzate sono alimenti elaborati di diversa origine, acque potabili, mangimi, ortofrutta, foraggi, etc. Il laboratorio alimenti è specializzato nella ricerca e determinazione di microelementi e metalli pesanti, micotossine, residui di prodotti fitosanitari e diossine. pH è uno dei laboratori di riferimento di Organismi di Certificazione Biologica e i tecnici assicurano un accurato, corretto e puntuale servizio di campionamento e/o ritiro campioni.

pH verifica la qualità dei propri risultati attraverso la partecipazione a circuiti interlaboratorio organizzati da Enti preposti come QS, Fapas, Intercind e Istituto Superiore di Sanità. pH mette infine a disposizione, per tutti i settori, una struttura di assistenza tecnica per soddisfare le loro necessità, supportandoli nell’interpretazione dei risultati, informandoli nel caso di non conformità.

BROMATOLOGIA

La bromatologia è la scienza che studia la composizione, le caratteristiche e le proprietà chimiche, chimico-fisiche e fisiche degli alimenti. Prende in esame i singoli fattori nutritivi (protidi, glicidi, lipidi, vitamine, minerali) contenuti negli alimenti naturali allo stato crudo, a seguito di manipolazioni (cottura, processi di conservazione etc.) condotte con i più diversi criteri (domestici, artigianali, industriali). Rientra negli interessi della bromatologia anche lo studio dei metodi di indagine rivolti a svelare sia frodi e sofisticazioni alimentari, sia contaminazioni da additivi illeciti o da sostanze tossiche.

Le principali analisi e servizi di questo settore sono:

  • analisi composizionali degli ingredienti di alimenti di qualsiasi natura con la caratterizzazione delle proteine, dei carboidrati (zuccheri e amido), dei grassi (saturi, monoinsaturi, polinsaturi, acidi grassi trans, acidi grassi omega tre, DHA, EPA), della frazione fibrosa (fibra dietetica totale, fibra dietetica insolubile e solubile), dei minerali (calcio, fosforo, ferro, magnesio, potassio, sodio, zinco, iodio);
  • vitamine idrosolubili e liposolubili, oligoelementi;
  • analisi oli e grassi secondo il Reg. CEE 2568/1991 e succ. aggiornamenti;
  • analisi additivi conservanti, antiossidanti, edulcoranti, addensanti;
  • analisi di ammine biogene;
  • analisi attività enzimatiche;
  • analisi degli oli essenziali in spezie varie;
  • altre determinazioni (ad es. analisi su alimenti funzionali) catechine, polifenoli, antociani, capacità antiossidante, etc.;
  • analisi varie: IPA, ftalati, PCB, PFAS. residui di solventi utilizzati nei processi produttivi;
  • determinazione di metalli tossici: arsenico, cadmio, cromo, manganese, mercurio, piombo, rame;
  • analisi di alimenti per zootecnico: proteine grezze, fibra grezza, fibra neutro detersa e acido detersa, grassi grezzi, ceneri grezze;

RICERCA MOSH/MOAH

Gli acronimi MOSH (Mineral Oil Saturated Hydrocarbons) e MOAH (Mineral Oil Aromatic Hydrocarbons) identificano olii minerali di origine fossile dannosi per la salute. I laboratori pH hanno recentemente sviluppato e validato una metodica specifica per la determinazione dei MOSH&MOAH negli oli vegetali ed alimenti, un’analisi che prevede una complessa fase preparativa del campione e successiva analisi strumentale con la tecnica HPLC-GC-FID on line. Questa analisi strumentale on line permette, insieme alla corretta purificazione del campione, il raggiungimento di limiti di quantificazione estremamente bassi visto il sempre crescente attenzionamento di questo tipo di contaminante.

ANALISI RESIDUI

Il reparto chimico residui è in grado di determinare la presenza di tracce di:

  • pesticidi (analisi multiresiduale e metodi singoli per un numero di principi attivi complessivo superiore a 700);
  • micotossine;
  • farmaci veterinari;
  • ditiocarbammati e fumiganti;
  • diossine e furani, PCB, Ices-6 e PCB Dioxin-like.

Le analisi vengono applicate a tutte le tipologie di matrici alimentari quali ad esempio prodotti ortofrutticoli freschi, olio, vino, miele, cere, cereali e derivati, cosmetici, mediante l’uso di metodiche ufficiali quali QuEChERS, EPA1613, etc. o tramite l’applicazione di metodi interni accreditati. La ricerca è eseguita utilizzando la cromatografia liquida e/o gassosa accoppiata a spettrometria di massa del tipo Triplo quadruplo, TOF (time of flight) e HRMS, tecniche altamente sensibili e specifiche per l’identificazione di molecole molto diverse tra di loro e presenti in basse concentrazioni.

Come possiamo aiutarti?

Site Selector