moca uso ripetuto

Idoneità Tecnologica dei MOCA ad Uso Ripetuto

Conformità e normative

Conformità e normative

Conformità degli oggetti MOCA ad uso ripetuto e valutazioni prestazionali

Cosa si intende per idoneità tecnologica di un moca?

Diversi tipi di materiale plastico vengono impiegati per produrre stoviglie monouso o per uso ripetuto, contenitori per la conservazione degli alimenti o per la realizzazione dello strato antiaderente di pentole e padelle. Quando si parla di idoneità tecnologica di un MOCA si intende valutare che, nelle condizioni d’uso previste, i materiali o oggetti e i packaging destinati al contatto con gli alimenti non pregiudichino la sicurezza in tutte le fasi di utilizzo: dal momento del confezionamento del prodotto nell’azienda alimentare, durante la movimentazione, fino al successivo stoccaggio e utilizzo da parte del consumatore. Quindi, bisogna andare oltre i test per verificare l’idoneità al contatto con gli alimenti e parlare anche di Idoneità tecnologica.

Regolamento UE N. 10/2011: norme specifiche per materiali e oggetti di materia plastica

Per verificare la conformità dei materiali in plastica, gli operatori del settore devono garantire il superamento di specifici test di migrazione globale e specifica, necessari per valutare il rispetto dei limiti di legge previsti. I test di migrazione vengono effettuati utilizzando dei simulanti alimentari (con proprietà simili a quelle degli alimenti), che sono riportati nell’allegato I del Regolamento UE n. 10/2011. Il Regolamento costituisce una misura specifica ai sensi dell’articolo 5 del Regolamento Quadro CE n. 1935/2004 e stabilisce norme di base per la fabbricazione e la commercializzazione di materiali e oggetti di materia plastica destinati ad entrare in contatto con i prodotti alimentari.


Plastiche per alimenti: quali valutazioni prestazionali effettuare?

Le stoviglie riutilizzabili da impiegare per uso domestico devono essere testate secondo la norma UNI EN 12875-1 (Resistenza meccanica al lavaggio in lavastoviglie degli utensili) che specifica un metodo per testare la resistenza di articoli per la casa in ceramica, vetro, vetroceramica, smalto vetroso e plastica alle sollecitazioni chimiche, termiche e meccaniche combinate del lavaggio meccanico delle stoviglie nelle lavastoviglie per uso domestico. La resistenza al forno a microonde, invece, deve essere valutata secondo la norma UNI EN 15284.

Con entrambe le norme si va a verificare se il materiale in seguito ai lavaggi in lavastoviglie o il riscaldamento in microonde subisce delle modifiche, quali: opacizzazione, deformazione, decolorazione, rigonfiamento, etc.

FAQ

 

Come possiamo aiutarti?

Site Selector