Sostenibilità clienti aspettative ambiente
3 min

Aziende e sostenibilità: cosa si aspettano i consumatori?

Comunicare in modo efficace e trasparente la sostenibilità aziendale tramite le certificazioni

Articolo di: Redazione

Quello della sostenibilità è un tema dibattuto ad alti livelli, in primis dalle istituzioni che hanno il dovere di dettare regole e soluzioni, ma anche le opinioni dei consumatori hanno un impatto molto forte soprattutto nel guidare le scelte e le strategie delle aziende. 


Su Google, l’interesse di ricerca per il termine “sostenibilità” in Italia è costantemente in crescita dal 2019 ad oggi. I motivi della ricerca sono sempre più concreti: le persone non vogliono solo sapere, ma anche conoscere ciò che può contribuire quotidianamente alla salvaguardia del nostro pianeta.
Non solo, oltre a guidare sempre di più le scelte di acquisto, il 74% dei consumatori italiani vorrebbe più informazioni e trasparenza nella comunicazione dei brand relativa alla sostenibilità. 

Questo dato è avvalorato anche da una serie di altri insights, forniti da Accenture1:

Nel mondo

  • Il 62% si aspetta che le aziende prendano una posizione su temi attuali e importanti come sostenibilità, trasparenza e rapporti equi con i dipendenti.
  • Il 66% ritiene che la trasparenza sia una delle caratteristiche più importanti per un marchio.

In Italia

  • Il 71% dei consumatori preferisce acquistare beni e servizi da aziende con valori allineati ai propri ideali ed opinioni.
  • Il 37% dei consumatori è rimasto deluso dal comportamento di un’azienda sul fronte dei valori.
  • Il 47% ha abbandonato un brand perché deluso dalle azioni o parole di un’azienda su un tema sociale.
  • L’85% considera i prodotti sostenibili più innovativi e qualitativamente superiori.
  • Il 90% dei consumatori della Gen Z ritengono che le aziende debbano affrontare le questioni sociali e ambientali.

Come comunicare?

Da questi dati si evince che, italiani e non, vogliono impegno da parte delle aziende presso cui acquistano e auspicano che questo impegno sia dichiarato e dimostrato. Per questo, per le aziende, è sempre più fondamentale ricorrere a soluzioni concrete che attestino la propria responsabilità; tra queste le certificazioni e le attestazioni rilasciabili da un ente terzo come TÜV Italia giocano un ruolo determinante. 

Le certificazioni delle performance ambientali

La performance ambientale misura oggettivamente gli impatti delle politiche ambientali di un'organizzazione. Attraverso le certificazioni di sistema di gestione, che analizzano questi parametri, secondo i più svariati standard come la ISO 14001 per il sistema di gestione ambientale, la ISO 50001 per il sistema di gestione dell’energia o la ISO 20121 per gli eventi sostenibili, le organizzazioni possono ridurre i rifiuti, abbattere le emissioni, abbassare il consumo di energia e tagliare i costi.

Responsabilità sociale d’impresa e governance

Con questa terminologia si fa riferimento alla responsabilità di un'organizzazione relativa all'impatto che le sue decisioni e attività hanno su società e ambiente ed al contributo allo sviluppo sostenibile che essa garantisce con il suo comportamento etico e trasparente. Un approccio responsabile deve tener conto delle aspettative degli stakeholder e della conformità alle leggi vigenti, nonché della compliance a standard di comportamento internazionali e deve essere integrato in tutta l'organizzazione ed esteso alle relazioni con tutti gli stakeholder. Gli standard e gli assessment applicabili per comunicare all'esterno in merito a tematiche quali condizioni di lavoro, conformità in materia di salute e sicurezza, divario di genere e retribuzione dei dipendenti sono molteplici: si va da quelli relativi alla governance come la ISO 22301 per la Business Continuity, a quelli di responsabilità sociale come la ISO 26000 o i Codici di Condotta.

Gestione sostenibile della catena di fornitura

Il tema della gestione sostenibile della catena di fornitura riguarda qualunque tipologia di azienda, indipendentemente dal settore di business e dalle dimensioni ed è diventato nel tempo sempre più rilevante perché le catene di approvvigionamento sono il motore dell’economia globale. Per questo agire per renderle più sostenibili significa premere su una delle leve più rilevanti ed impattanti.
Anche in questo caso si possono applicare diversi standard di riferimento per attestare la propria attenzione alla sostenibilità, su tutti lo standard ISO 20400 che permette di integrare la sostenibilità nelle politiche di approvvigionamento dell'organizzazione.

[1]Fonte: Accenture Strategy Research Report «To Affinity and Beyond» 2018 e (penultimo punto) analisi IPSOS 2018 e (ultimo punto) «How to engage the customer of tomorrow” SDA Bocconi e Salesforce, 2020

Come possiamo aiutarti?

Site Selector