parità di genere tuv italia

Riflessioni sulla parità di genere

Esperti del settore hanno recentemente esaminato approfonditamente gli stereotipi di genere e i relativi impatti nel contesto lavorativo, gettando luce su questioni cruciali legate alla parità di genere. Attraverso una conversazione con Monica Giannoni, formatrice ed esperta di didattica di LAM Consulting SB, che ha collaborato ad alcuni progetti con TÜV Italia, sono emersi spunti significativi che riflettono la complessità delle dinamiche di genere nel mondo professionale.

L'analisi della situazione attuale della parità di genere nel mondo del lavoro in Italia ha rivelato due dimensioni fondamentali: quella strutturale-organizzativa e quella culturale-relazionale. Fenomeni persistenti di segregazione, come il "soffitto di cristallo" e la disparità salariale, sono ancora presenti, evidenziando la necessità di affrontare ostacoli formali e promuovere una cultura aziendale inclusiva.

La riflessione sulla dimensione culturale-relazionale ha portato all'individuazione di dinamiche interpersonali influenzate dagli stereotipi di genere, come il "mansplaining" e il fenomeno delle molestie sessuali, che ancora affliggono l'ambiente lavorativo. La consapevolezza di questi comportamenti diventa essenziale per promuovere un cambiamento culturale profondo e sostenibile.

Monica Giannoni ha sottolineato come i concetti di genere, stereotipi e pregiudizi siano costruzioni sociali e culturali che influenzano comportamenti, doveri e aspettative assegnate ai maschi e alle femmine. La rigidità di tali concetti ha generato pregiudizi radicati, influenzando le scelte di abbigliamento e determinando aspettative rigide per entrambi i sessi.

Scarica il comunicato in pdf

Come possiamo aiutarti?

Site Selector