fiere del libro

TÜV Italia al Salone del libro di Torino dal 9 al 13 maggio

Com'è andata?

Com'è andata?

Siamo stati al Salone del libro di Torino, in programma dal 9 al 13 maggio con uno spazio dedicato presso l’Area Collettiva, padiglione 2 e abbiamo tenuto due seminari dal vivo dal titolo "Libri per bambini: obblighi di editori, distributori e stampatori".

 

Per la prima volta, TÜV Italia è stata presente al Salone Internazionale del Libro, dal 9 al 13 maggio presso il Lingotto Fiere di Torino. Da sempre, fiera italiana di riferimento per tutto il panorama editoriale, Il Salone del libro, che vede la partecipazione di casi editrici, librai, scrittori e tutti i professionisti del settore, si sviluppa su 115.000 mq di spazi espositivi, e ospita circa 1.600 eventi in quasi 50 sale.

 

La conformità dei prodotti destinati ai bambini è garantita dalla Direttiva Sicurezza Giocattoli Europea che prevede un livello di controllo piuttosto elevato. Tuttavia, quando si parla di libri per bambini la faccenda si fa più complessa, poiché raramente vengono considerati giocattoli e meritano allora una peculiare attenzione e conoscenze specifiche per essere messi in sicurezza da un punto di vista commerciale. I libri per bambini sono da considerare con attenzione in quanto rientrano nella categoria di prodotti “border-line”, ossia possono essere considerati un giocattolo o meno a seconda di numerose variabili. Proprio rispetto a questa tematica abbiamo tenuto due seminari, in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, intitolati "Libri per bambini: obblighi di editori, distributori e stampatori"

 

Vuoi sapere com'è andata? 

Ecco le impressioni di Cristina Marafante, esperta di TÜV Italia:

"Poter esporre è stato molto utile  per avere un contatto diretto con il settore dell’editoria. Non è stato “superficiale” come le solite visite alle fiere, ma come espositori ci siamo resi conto effettivamente di quante persone siano ancora interessate al settore libri e soprattutto quante ai libri per bambini. La presenza di tantissime scolaresche ci ha fatto capire l’importanza che un editore deve porre per la sicurezza dei libri destinati ai bambini. Purtroppo, sono ancora molti quelli che non sanno o che vogliono ignorare il fatto che stanno vendendo dei giocattoli e che devono marcarli CE. Per questo riteniamo ancora più utile la nostra presenza a una fiera di questo calibro, dove abbiamo potuto iniziare a sensibilizzare sull'argomento".

 

Scarica il comunicato stampa in PDF


Per approfondire, ascolta l'intervista a Elena Fontana e Cristina Marafante:

Inizia ad approfondire qui:

Come possiamo aiutarti?

Site Selector