La radiografia industriale incontra l'archeologia

Bytest, laboratorio del Gruppo TÜV SÜD, rivela il passato nascosto attraverso la tecnologia dei controlli non distruttivi

Bytest, laboratorio del Gruppo TÜV SÜD, rivela il passato nascosto attraverso la tecnologia dei controlli non distruttivi

Comunicato stampa

L'impiego delle radiografie nell'ambito archeologico è di grande supporto nella conservazione dei beni culturali e delle opere d'arte. Questa tecnica non invasiva fornisce dettagli preziosi sulla tecnica d'esecuzione, lo stato di conservazione e i dettagli utili al restauro di manufatti antichi.

L’impiego della radiografia a supporto delle istituzioni museali risale ai primi anni del Novecento presso il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il Louvre di Parigi e l’Alte Pinakothek di Monaco, precursori nell’utilizzo di questa tecnologia al di fuori del suo campo originario di applicazione. In Italia è, invece, necessario aspettare gli anni ‘30 del Novecento per assistere all’utilizzo di questa tecnologia nelle indagini pittoriche. Ed è proprio grazie all’utilizzo delle tecniche radiografiche che è stato possibile rivelare la presenza di eventuali disegni sottostanti, correzioni o differenti versioni fatte dall'artista durante il processo creativo.

Queste informazioni aggiuntive offrono, infatti, una migliore comprensione del processo artistico e delle decisioni prese dall'artista durante la realizzazione dell'opera. Possono, inoltre, rivelare eventuali alterazioni o restauri non documentati sull'opera, informazioni che sono particolarmente importanti per
valutare l'autenticità di un'opera d'arte e per prendere decisioni informate sul suo restauro e conservazione. Al giorno d’oggi la radiografia è impiegata in numerosi settori dell’arte, soprattutto per procedere poi con le attività di restauro, ma l’ambito archeologico è uno di quelli che risulta più interessante.
In questo campo, infatti, per la natura stessa del rinvenimento e lo stato di conservazione dei manufatti, si rende necessario il prelievo delle porzioni di suolo in cui giacciono gli oggetti.

Leggi il comunicato stampa in PDF

Come possiamo aiutarti?

Site Selector