inclusione
4 min

Come innovare tramite le politiche di Diversity & Inclusion

Ne parlano i nostri esperti

Articolo di: Redazione

Come innovare tramite le politiche di Diversity & Inclusion

I concetti di diversità e inclusione si stanno affermando a livello mondiale come un valore fondamentale all’interno degli ambienti di lavoro: sono parte integrante delle strategie di sostenibilità e Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR) nelle organizzazioni e strumento efficace per migliorare resilienza e reputazione. Ne abbiamo parlato con gli esperti di TÜV SÜD.

a cura di Martina Gerelli, Digital Communication Specialist TÜV Italia

con i contributi di:
Sara BrandimartiGlobal Product Performance Manager Sustainability di TÜV SÜD
Cristina BrodoBusiness Unit Manager di TÜV Italia Akademie
Francesco BovaloProject specialist Sustainability di TÜV Italia


Per molte imprese l’integrazione e il rispetto delle diversità costituiscono una vera e propria strategia di business, che va acquisendo sempre più valore negli ultimi anni. Ma cosa intendiamo per Diversity e Inclusion?

Per Diversity si intendono le caratteristiche che determinano differenze e similitudini tra gli individui e che influenzano l’identità e la prospettiva che gli individui portano con sé sul posto di lavoro. Inclusion si riferisce invece all’insieme di pratiche inclusive verso tutti gli stakeholder presenti nel contesto dell’organizzazione, volte a valorizzare la diversità all’interno dell’ambiente di lavoro (genere, orientamento sessuale, origini etniche, cultura, abilità fisiche, etc.). La tematica è quanto mai attuale in quanto costituisce una leva di grande spessore nel periodo di ripresa economica che dovremo affrontare.

Secondo uno studio di McKinsey nel 2020, infatti, le organizzazioni che più avranno successo nel post lockdown saranno quelle che hanno garantito la Diversity & Inclusion nella propria strategia aziendale. Queste saranno in grado di ottenere migliori opportunità di mercato, in quanto, grazie a una forza lavoro diversificata, rappresentano meglio la moltitudine di interlocutori a cui si rivolgono.

I vantaggi che ne derivano sono sia interni che esterni all’azienda. Investire in Diversity & Inclusion apporta una maggiore creatività e innovazione – altro tema chiave, quest’ultimo, per l’uscita dalla crisi attuale - ma è anche garanzia di flessibilità e migliore capacità di risoluzione dei problemi.

Ma come è possibile applicare fattivamente delle politiche di Diversità e inclusione? In che modo sono così attuali? Cosa si può imparare per renderle un vero traino del nostro business? Ne abbiamo parlato con tre interlocutori d’eccezione del gruppo TÜV SÜD.

Sara Brandimarti, Global Product Performance Manager Sustainability in Business Assurance con esperienza decennale nello sviluppo di sistemi di monitoraggio e valutazione delle performance aziendali in material ESG nonchè trainer qualificato TÜV Italia Akademie.

Sara BrandimartiIl primo passo per comprendere l’importanza dei temi emergenti in ambito di Diversity & Inclusion è partire dei propri pregiudizi e dalle credenze personali e derivanti dal contesto socioculturale in cui siamo abituati a interagire. Il ruolo dei pregiudizi, meglio conosciuti come unconscious bias, è essenziale nell’approcciare un contesto veloce e mutevole come quello attuale. Le organizzazioni, e i lavoratori in primis a tutti i livelli, sono spinti a cambiare priorità, modalità di agire, contesti relazionali e culturali in modo sempre più rapido.

Lavorare quindi sul concetto di Inclusione e sull’accettazione della diversità come una risorsa da accogliere e stimolare, porta le organizzazioni a lavorare in modo più aperto, innovativo e ad abbandonare le rigidità tipiche di un contesto sociale percepito come arcaico. Si tratta di temi complessi e delicati che vanno affrontati a livello strategico e con un taglio pratico che rendano coerenti, agli occhi dei portatori di interesse, le dichiarazioni dei membri del Board con la realtà vissuta e percepita dai lavoratori, fornitori, utenti dei servizi che sperimentano l’inclusione in prima persona.

Per questo è utile farsi aiutare e riferirsi alle Buone pratiche internazionali come la linea Guida ISO 30415 che suggerisce all’organizzazione il perimetro di azione e gli step da seguire per assicurarsi un livello di integrazione ottimale del tema D&I all’interno dell’organizzazione stessa.

 

 

Francesco Bovalo, Project specialist Sustainability nella Divisione Business Assurance di TÜV Italia, segue progetti di sostenibilità ad ampio raggio rispetto ai pillar ESG con un focus particolare in ambito sociale.

francesco bovaloLe tematiche relative a Diversità e Inclusione appartengono e contribuiscono alla dimensione sociale ed economica della sostenibilità. Lo sviluppo di policy e iniziative in campo D&I contribuisce a 3 dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs): 5 Parità di genere, 8 Lavoro dignitoso e crescita economica e 10 Riduzione delle disuguaglianze.

La Diversità è inoltre parte fondamentale delle strategie di sostenibilità delle organizzazioni; una recente ricerca di KPMG e Nedcommunity rivela come il 25% degli obiettivi presenti nelle Dichiarazioni non finanziarie afferiscano al tema della gestione delle risorse umane e della Diversity. La stessa ricerca sottolinea come il 43% delle Aziende con obbligo di disclosure di sostenibilità presenti una policy formalizzata relativa al tema D&I. Risulta quindi chiaro come Diversità e sostenibilità siano integrate, complementari e funzionali l’una all’altra.

 

 

Cristina Brodo, Business Unit Manager TÜV Italia Akademie. Da oltre 15 anni si occupa di formazione, dall’analisi dei fabbisogni fino alla progettazione e realizzazione di contenuti didattici. Negli ultimi anni ha seguito progetti finalizzati all’innovazione del processo formativo attraverso l’utilizzo di metodologie didattiche attive e realizzazione di format digitali.

cristina brodo tuv italiaIl cambiamento culturale passa anche dall’educazione e, mai come ora, diventa importante investire in progetti formativi che sviluppino consapevolezza, come il corso e-learning Diversity & InclusionUn’organizzazione realmente inclusiva è un’organizzazione che sa accogliere la diversità sia nei processi aziendali, sia da un punto di vista relazionale, diffondendo una cultura organizzativa orientata alla valorizzazione della pluralità.

Questo percorso passa necessariamente attraverso la formazione di tutti, dal top management e in generale a tutti i dipendenti per garantire sensibilizzazione e consapevolezza dei propri comportamenti. È per questo che abbiamo progettato un percorso E-Learning che potesse diffondere in modo efficiente ed efficace tali argomenti. Il corso è suddiviso in unità didattiche in cui si alternano momenti di trasmissione di conoscenza ad attività di learning by doing, mappe concettuali ad interazioni in cui il partecipante si mette in gioco e dimostra quanto ha appreso.

La stimolazione continua, l’uso di case study animati forniscono “ritmo” e rendono la fruizione dei contenuti piacevole e questo contribuisce all’interiorizzazione. Ci tengo a sottolineare che il corso è ideato per una platea internazionale in quanto abbiamo cercato il più possibile di utilizzare casi ed esempi generali senza entrare in contrasto con aspetti culturali più locali.

 

 

Come possiamo aiutarti?

Site Selector