Sostenibilità iniziative culturali eventi nuove regole

Nuove regole di sostenibilità per eventi e iniziative culturali

Con il nuovo decreto datato 20 ottobre 2022 il MiTE rende obbligatori dei criteri ambientali minimi per ottenere appalti dalla PA

Con il nuovo decreto datato 20 ottobre 2022 il MiTE rende obbligatori dei criteri ambientali minimi per ottenere appalti dalla PA

Con il Decreto CAM firmato dal MiTE il 20 ottobre 2022 diventa obbligatoria l’adozione di criteri ambientali minimi al fine di ottenere l’appalto per eventi e iniziative culturali nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

 

Il 20 ottobre 2022 il Ministero della Transizione Ecologica ha firmato il decreto CAM, dando il via libera alla Riforma “Adozione di criteri ambientali minimi per eventi culturali”, conseguendo così un’altra pietra miliare del PNRR. Secondo questa riforma diventano obbligatori i CAM (Criteri Ambientali Minimi): si tratta di requisiti di sostenibilità che la Pubblica Amministrazione deve introdurre nelle procedure di appalto per l’affidamento di servizi nell’ambito delle iniziative culturali.

 

L'obiettivo della riforma è di:

  • Contribuire a contrastare i cambiamenti climatici, riducendo i consumi energetici e le emissioni di CO2.
  • Prevenire la produzione dei rifiuti, promuovendo i principi e i modelli di economia circolare.
  • Incoraggiare la diffusione di prodotti a ridotto impatto ambientale.
  • Sensibilizzare e diffondere consapevolezza sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale fra tutti i soggetti coinvolti nell'evento.
  • Apportare benefici economici e positive ricadute sociali per i territori ospitanti l'evento.
  • Promuovere la diffusione di buone pratiche di accessibilità, inclusione e contrasto alle discriminazioni.

CAM riguardano tutti gli aspetti e i processi rilevanti nell’organizzazione di un evento: dagli allestimenti alla logistica, dagli alloggi ai trasporti, dalla ristorazione ai gadget, dalla comunicazione agli imballaggi. Si sottolinea, inoltre, la grande rilevanza della progettazione a monte dell'evento stesso, che deve necessariamente seguire la logica della prevenzione dei rifiuti e dell'economia circolare.

 

Uno strumento utile a monitorare e mettere in pratica tutti questi aspetti è la certificazione di Sistema di Gestione per eventi sostenibili ISO 20121, ma anche la certificazione ambientale ISO 14001 o il Regolamento EMAS Basato sulla metodologia “Plan-Do-Check-Act”, fornisce un quadro sistematico per l’integrazione delle pratiche di gestione sostenibile in fase di organizzazione di un evento, così da ridurre l’impatto collegato agli aspetti economici, ambientali e sociali.

 

Il decreto è entrato in vigore il 17 dicembre 2022. 

Come possiamo aiutarti?

Site Selector