AIOICI pubblica il primo bilancio sulle attività in remoto nel settore TIC

AIOICI pubblica il primo bilancio sulle attività in remoto nel settore TIC

aioici29/05/2020. Spesso la necessità di superare situazioni contingenti spinge verso il superamento di abitudini consolidate con l’adozione di nuove soluzioni operative, che alla fine si rivelano positive diventando una risorsa, non solo per affrontare le difficoltà dell’oggi ma anche un’opportunità per il futuro.

Ne sono un esempio le attività in remoto condotte in questi mesi di lockdown dagli Organismi del TIC market (Test, Certification, Inspection), una modalità di erogazione dei servizi in realtà non del tutto nuova e poco usata in passato, ma che si è dimostrata risolutiva in questi mesi per garantire la continuità operativa alle aziende e al sistema Paese, compatibilmente con la contingenza.

AIOICI, l’Associazione Italiana degli Organismi Indipendenti di Certificazione a cui TÜV Italia aderisce, volendo valutare l’efficacia di questa tecnica ha condotto due indagini, una interna che ha visto coinvolti alcuni Organismi soci AIOCI, ed una esterna a cui ha partecipato un panel di aziende che hanno affrontato in remoto ispezioni, certificazioni e partecipato ad attività formative.

Da entrambi i survey sono emersi utili elementi. Da quello interno, un fattore fondamentale che è emerso per il buon esito delle verifiche, oltre alla disponibilità di tecnologie informatiche e di comunicazione (ICT) efficienti e alla sicurezza delle informazioni, è stato la gestione della relazione con le aziende clienti. Da quello esterno, a cui hanno partecipato aziende di diversi settori industriali e dei servizi, i riscontri sono stati sostanzialmente positivi, dopo qualche scetticismo iniziale.

Documento AIOICI

Concludendo, le attività in remoto, da passaggio obbligato in periodo di lockdown diventeranno in futuro un’opzione a disposizione delle aziende, che va nella direzione della sostenibilità, del miglioramento continuo e dell’innovazione, senza rinunciare al rigore che l’attività di verifica richiede.

Come possiamo aiutarti?

Site Selector